Un prodotto fresco, stravagante e colorato che si basa su regole semplici e intuitive. I protagonisti si muovono in modo goffo, sono simili a fagioli e possono essere vestiti in modo buffo.

Fall Guys: Ultimate Knockout entra nel mondo videoludico e raccoglie un successo inaspettato anche grazie a queste caratteristiche. Osserviamo quindi cosa rende speciale questo titolo e proviamo a rispondere alla domanda: perché lo giocano tutti?

Come funziona?

Fall Guys: Ultimate Knockout prende spunto da programmi tv come Takeshi’s CastleWipeout – Pronti a tutto per il suo gameplay. Saltare su ostacoli, evitare oggetti e gareggiare contro altri giocatori sono le fondamenta di ogni partita. I partecipanti sono squalificati se non raggiungono l’obiettivo del round in corso e solo uno può appropriarsi della corona del vincitore.

La quantità di modalità attualmente disponibili può soddisfare il gusto di ogni giocatore, ma gli sviluppatori di Mediatonic promettono l’arrivo di molte altre varianti, così come l’inserimento di ulteriori skin da far indossare al nostro omino colorato.

La personalizzazione è uno dei fattori più simpatici del gioco perché rende ancora più buffi ed esilaranti i piccoli fall guys vestibili con un hot dog, una lattina, animali e molti altri costumi stravaganti.

Esempio di skin di gioco
Esempio di skin di gioco

Per ottenere le skin, gesti o pattern differenti è necessario giocare e ottenere questi contenuti completando il season pass gratuito, acquistandoli con i punti ottenuti dopo ogni partita o tramite le corone conquistate con le vittorie.

Il successo del titolo

La semplicità come si è visto è il punto forte del titolo pubblicato da Devolver Digital ed è essenziale per spiegare il grande numero di giocatori che hanno speso ore per giocarlo e soprattutto guardarlo. 

Se è notevole il numero di utenti che ci ha giocato fin da subito (8 milioni di giocatori attivi a una sola settimana dal suo esordio), lo è ancora di più il dato delle 30 milioni di ore di visualizzazione totalizzate in sette giorni su Twitch, superando così il precedente record detenuto da League of Legends di 29.3 milioni.

Un vero boom reso possibile anche da una mossa di marketing: il lancio del gioco tramite l’abbonamento Ps Plus riservato agli utenti Playstation. Negli ultimi anni questo servizio ha permesso di popolare nuovamente i server multigiocatore di alcuni videogame oppure ha fornito titoli di tutto rispetto in forma gratuita.

Fall Guys: Ultimate Knockout, invece, fa la sua comparsa direttamente sul Ps Plus come gioco gratuito di agosto. Ciò rende il titolo una sorta di free to play per gli abbonati al servizio Sony, dando così la possibilità a milioni di giocatori di mettere le mani sul titolo senza dover acquistarlo al prezzo di circa 20 euro. Da notare che è un’esclusiva PS4 e PC e al momento non sappiamo se un giorno approderà anche sulla console di casa Microsoft, tuttavia si vocifera un eventuale arrivo per dispositivi mobile.

Una gestione di successo

Siamo d’accordo che non parleremmo della riuscita del prodotto di Mediatonic senza un gameplay fresco, particolare, colorato e soprattutto accessibile a qualsiasi target.

Ma c’è di più.

Il progetto è seguito da un profilo Twitter molto attivo e che ne incrementa di giorno in giorno la popolarità grazie a Tweet geniali che coinvolgono persone famose, streamer o influencer di ogni tipo.

Un esempio è Davie504, l’italiano con il numero più alto di iscritti al Mondo su Youtube (quasi 8 milioni al momento della scrittura di questo articolo), che è stato sfidato a suonare con il suo basso il tema musicale del videogame.

Davie504 in versione Fall Guys
Lo Youtuber Davie504 in versione Fall Guys

Un’altra trovata sicuramente più nobile è una raccolta fondi da destinare in beneficenza. Data l’enorme mole di aziende che vogliono collaborare ed entrare a far parte del mondo di Fall Guys, gli sviluppatori hanno fatto partire un contest: chi donerà di più avrà diritto all’inserimento in game di una skin dedicata.

Come visto, l’ascesa di Fall Guys: Ultimate Knockout non è spiegabile con una sola motivazione, ma è un fenomeno che grazie a tanti e piccoli tasselli messi insieme è riuscito a espandersi a macchia d’olio. L’unico dubbio che può sorgere è: per quanto tempo resterà sulla cresta dell’onda? La ri-giocabilità è alta, tuttavia gli sviluppatori dovranno mantenere alto l’interesse con altre trovate geniali per riuscire a proseguire con questo numero così elevato di giocatori.

Lascia un commento